I nostri artisti

Gustav Klimt

Considerato il “pittore della donna”, Gustav Klimt è diventato una figura emblematica del simbolismo e dell’Art nouveau. Fu uno dei fondatori della “Secessioneviennese, gruppo in rottura con l’accademismo. Affrontando nei suoi quadri i temi della morte e dell’erotismo, Klimt suscita spesso la polemica ma il suo genio artistico lo rende un pittore riconosciuto dal pubblico e dagli ambienti ufficiali.

Biografia

Klimt, pittore decoratore

Nato il 14 luglio 1862, nella periferia di Vienna, Gustav Klimt mostra molto precocemente la sua predisposizione per il disegno e la pittura. Segue i corsi alla Scuola delle arti decorative di Vienna dal 1867 al 1883. Dal 1879 inizia la carriera di decoratore all’interno della Compagnia degli artisti che ha costituito con il fratello Ernst e il loro compagno Franz Matsch. Realizza principalmente delle decorazioni murali per edifici pubblici che dipinge rispettando la grande tradizione accademica.
Il suo gusto per il dettaglio naturalista e la precisione dei suoi ritratti lo rendono rapidamente un artista di fama. La sua opera si caratterizza essenzialmente per la profusione di dettagli, la ricchezza decorativa e cromatica. È noto anche per l’utilizzo dell’oro nelle sue pitture. Le sue qualità artistiche vengono ufficialmente riconosciute nel 1888, quando riceve la Croce d’oro del merito artistico dall’imperatore Francesco Giuseppe I.

Rottura con l’accademismo: creazione della “Secessione” viennese

Ispirato dalle stampe giapponesi, dal simbolismo e dall’Art nouveau, Klimt si libera poco a poco dell’accademismo. Esaltando un rinascimento delle arti contro l’ordine morale, nel 1897 fonda con altri artisti la “Secessione” viennese. Questo gruppo, che dispone di una propria sala espositiva e di una rivista illustrata, raccomanda la diffusione dell’Art nouveau in Austria.
Questo periodo è molto produttivo per il pittore che crea numerosi quadri e circa 4000 disegni. In particolare realizza Pallas Athena, che segna la sua emancipazione rispetto all’arte ufficiale.
L’opera principale di quest’epoca è una commessa per l’università di Vienna di tre pannelli allegorici che rappresentano la Filosofia, la Medicina e la Giurisprudenza. Questi quadri monumentali scatenano la polemica per il loro carattere erotico e l’asimmetria della composizione Il primo ottiene tuttavia la medaglia d’oro dell’esposizione universale di Parigi del 1900.

Klimt, figura austriaca dell’Art nouveau e del simbolismo

In disaccordo con numerosi artisti del gruppo, Klimt lascia la Secessione nel 1905. Depura il suo stile e realizza alcune delle sue opere più famose: Giuditta I (1901), Danae (1906) e Il Bacio (1907-1908). Il tema della donna dominatrice è ricorrente nelle opere di Klimt, così come quello della morte e dell’erotismo.
Dipinge inoltre alcuni paesaggi totalmente privi di personaggi. Questa caratteristica conferisce loro un’atmosfera particolarmente serena. Durante la Prima Guerra Mondiale, non accetta più le commesse pubbliche e realizza ritratti per mecenati privati. L’attività di ritrattista quasi mondano gli permette di precisare ulteriormente la sua concezione della donna nella pittura. Morto di un attacco di apoplessia nel 1918, Gustav Klimt sarà stato il modello e il maestro di Egon Schiele e Oscar Kokoschka, ma sarà anche considerato dal Blaue Reiter il precursore dell’astrazione lirica.

Opere

Le pitture murali dell’Università di Vienna
I mosaici del palazzo Stoclet di Bruxelles
Birkenwald, 1901
Judith I, 1902
Émilie Flöge, 1902
Il cavaliere d’oro 1903
Judith II, 1909
Wasserschlangen I
, 1904
Adele Bloch-Bauer I, 1907
Der Kuss, 1907
Adele Bloch-Bauer II, 1912
Die Jungfrau, 1913
Il fregio di Beethoven della Galleria Secessione viennese

Link utili

Klimt (2006), film di Raoul Ruiz con John Malkovich nella parte del pittore.

I prodotti di Gustav Klimt a Nouvelles Images

> Poster e stampe

Poster e stampe Il bacio (particolare)

> Biglietti augurali

Biglietti augurali Il bacio (particolare)
Identità

Nazionalità : Austriaca
Nato/a il : 14/07/1862
Deceduto/a il : 06/02/1918
Profilo : Pittore
Correnti artistiche : Art nouveau, Classico, Simbolismo
Temi affrontati : Amore - Amicizia, Ritratti - Personaggi, architettura

Share